venerdì 28 giugno 2013

Fiat: acquistati altri diritti di Rcs. Punta al 20% del capitale


28 GIUGNO 2013 – Come si legge in una nota del Lingotto: «Nella giornata di oggi Fiat ha acquistato sui mercati regolamentati ulteriori 10.700.000 diritti di opzione che danno diritto alla sottoscrizione di 32.100.000 azioni ordinarie Rcs. A seguito di queste operazioni, al termine dell'aumento di capitale Rcs, nel caso in cui lo stesso risulti integralmente sottoscritto, la partecipazione di Fiat al capitale sociale ordinario di Rcs sarà pari a 87.327.360 azioni ordinarie corrispondenti al 20,135% del nuovo capitale sociale ordinario di Rcs. Le azioni detenute da Fiat in Rcs, incluse quelle rinvenienti dall'aumento di capitale, sono soggette ai termini e condizioni del Patto di sindacato Rcs».

In questo modo, Fiat si è impegnata a sottoscrivere la quota di propria pertinenza dell'aumento di capitale in azioni ordinarie, come è stato deliberato nel corso dell'Assemblea Straordinaria Rcs dello scorso 30 maggio 2013, per un totale di 34.608.429 azioni ordinarie. Oltre a ciò, come puntualizza la suddetta nota, la Fiat è impegnata ad acquistare ulteriori diritti di opzione offerti da altri partecipanti al Patto di sindacato Rcs necessari alla sottoscrizione di 9.082.788 azioni ordinarie Rcs.

Allo stesso tempo, la Giovanni Agnelli & C Sapaz, in una sua nota, conferma di non detenere altre azioni o diritti di opzione Rcs direttamente o indirettamente.

Così facendo, il gruppo Fiat diventa il primo azionista della casa editrice e può elaborare il modo per realizzare l'integraziona con La Stampa e Pk.
(fonte: Il Sole 24 Ore)

Rosy Merola

Nessun commento:

Posta un commento